Tai Power Seeff

10 Perfette Cittadine Costiere

Una parte di acqua, una parte di sabbia e una parte di soleggiato fascino costiero: ecco la ricetta di alcune delle più invitanti destinazioni del Golden State.

Le città balneari della California si contraddistinguono per il loro spirito accogliente e rilassato, la loro bellezza e i loro infiniti modi di intrattenere.

Anche se molti associano il sole e il surf alla California del sud, la stessa atmosfera di quella famosa località balneare può essere ritrovata anche in molte zone più centrali.

Santa Cruz, per esempio, è una città nella quale il surf è un’attività tipica, così come sono tipici il fantastico molo e un parco divertimenti.

Santa Barbara, dispone di una serie di spiagge tranquille e, allo stesso tempo, della catena montuosa di Santa Ynez a fare da sfondo e del parco Channel Islands National Park più in lontananza.

Dirigendovi a sud, verso la contea di Los Angeles, potrete trovare un insieme di residenze in riva al mare delle più famose star di Hollywood, un altro parco divertimenti in vecchio stile e poi, nel quartiere di Venice, culturisti di Muscle Beach (letteralmente, “La Spiaggia dei Muscoli”) che si esibiscono in pose plastiche davanti ai passanti. Ancora più a sud, le spiagge della Orange County e della contea di San Diego rivelano la relazione romantica di vecchia data che lega la California alla cultura del surf, il tutto con lo sfondo di un sofisticato villaggio balneare e di un’isola con un passato d’oro nella storia di Hollywood.

Che siate alla ricerca di una destinazione formato famiglia o di un rifugio romantico in cui la decisione più difficile da prendere sia quale protezione solare utilizzare, continuate a leggere e scegliete la città balneare che meglio si adatta alle vostre esigenze!

 

 

 

 

Harriot Manley/Sunset Publishing

Focus: Santa Barbara

Buganvillea rampicanti su tetti dalle tegole rosse, uccelli cinguettanti che si librano tra le brezze oceaniche, isolette e spruzzi di balene all’orizzonte

Buganvillea rampicanti su tetti dalle tegole rosse, uccelli cinguettanti che si librano tra le brezze oceaniche, isolette e spruzzi di balene all’...

Photo by Tom Story

Malibu

Malibu
Scoprite questa celeberrima città sulla spiaggia molto amata dalle star

Distesa su oltre 51 km lungo il Pacifico, Malibu è una città unica nel suo genere nel panorama delle località balneari della California. Star di Hollywood e atleti famosi vivono in abitazioni costruite proprio davanti all’oceano, che gli danno la possibilità di eclissarsi dietro a un elegante velo di privacy e di ritirarsi sulle estese spiagge della zona a godersi le acrobazie dei surfisti e i meravigliosi tramonti.

Anche se può sembrare una spiaggia molto esclusiva, la magia di Malibu può essere vissuta anche dai turisti in molti modi diversi. Comunemente nota come una delle spiagge dalle onde perfette, Surfrider Beach, a poca distanza dal molo di Malibu, è stata trasformata nella prima World Surfing Reserve, cioè la prima zona protetta al mondo in cui praticare il surf. La vicina Zuma Beach è la terra del sole per gente del luogo e famiglie; durante l’inverno, invece, Point Dume, nella parte nord di Malibu, costituisce una postazione ideale per osservare i banchi di balene grigie in migrazione.

Anche oltre la spiaggia, in ogni caso, è possibile trovare alcune bellezze del luogo. La Getty Villa (la sede originale del Getty Museum, aperta nel 1974) espone soprattutto pezzi d’arte greca e romana. L’entrata è gratuita anche se è consigliato prenotare con anticipo. Se vi interessa di più la spiaggia, invece, potrete trovare capolavori contemporanei al Surf Museum (che si trova all’interno della Pepperdine University’s Payson Library), nel quale sono esposte 30 storiche tavole da surf, alcune risalenti addirittura agli anni ’10 del Novecento. Se, invece, siete in cerca di “opere d’arte da indossare” (magari anche per scovare una o due delle celebrità locali mentre siete in giro) fate un salto nei negozi del Malibu Country Mart e del Malibu Lumber Yard, due esclusivi centri commerciali posizionati l’uno accanto all’altro.

Dopo di questo, mangiate un boccone alla Malibu Farms, un bar e ristorante di cucina biologica che si trova proprio sul molo, oppure provate il famoso ahi burger (hamburger di pesce) del Malibu Seafood, situato proprio di fianco alla Dan Blocker Beach, dove il pesce è sempre fresco.

Se volete trascorrere una notte come un vero abitante di Malibu, invece, prenotate una delle 47 stanze del Malibu Beach Inn, un ex motel situato nella cosiddetta Spiaggia dei Miliardari che è stato ristrutturato fino ad avere l’aspetto attuale dal magnate di Hollywood David Geffen.

Infine, anche se sarà molto difficile separarvi dall’oceano, dirigetevi di poco verso l’entroterra per fare una camminata tra colline e canyon pieni di fiori selvatici e persino cascate, seguendo i percorsi della Santa Monica Mountains National Recreation Area.

Venice by Jen Judge

Venice Beach

Venice Beach
Stravagante, creativo e talvolta eccentrico: benvenuti nel quartiere con la spiaggia più celebre di Los Angeles

Accanto alla zona sud di Santa Monica, vicino alla Pacific Coast Highway c’è Venice Beach, chiamata semplicemente Venice dai locali. Questa località è nata nel 1905, fondata dall’eccentrico milionario Abbot Kinney che si ispirò alla sua città italiana preferita, Venezia, provvedendo a costruire anche pizzerie e riproduzioni dei famosi canali. Questi ultimi sono ancora visibili, insieme a dei pittoreschi cottage originali, situati nel Venice Canal Historic District, la parte storica del quartiere.

 

Ad oggi, tuttavia, il quartiere di Venice è famoso soprattutto per i bizzarri eventi che prendono piede lungo la sua tipica passerella sulla spiaggia, dove artisti di strada e venditori ambulanti creano un’atmosfera eccezionale che descrive perfettamente l’anima di questa zona. Osservate questo particolare via vai dallo strepitante ed esuberante  parco per lo skate board sull’acqua oppure prendete posto vicino ai musicisti che, raggruppati in un cerchio, si riuniscono ogni giorno per suonare strumenti e percussioni (se volete, potete anche prendere un bidone e un bastoncino – o qualsiasi altra cosa faccia rumore – e unirvi a loro!).

 

Se cercate boutique e negozi d’arredamento dallo stile eccentrico e controcorrente, esplorate la stravagante  ma raffinata Abbot Kinney Boulevard, una delle migliori zone per lo shopping in tutta Los Angeles. Spesso ci sono anche dei “food truck”, da queste parti,  accanto a moltissimi altri punti ristoro in cui andare a fare uno spuntino o assaggiare qualche dolce particolare (ricordatevi di andare da N’ice Cream a provare il loro goloso gelato al caramello salato). Fate un salto da Strange Invisible Perfumes per ottenere una miscela di eau de toilette fatta apposta per voi o comprate un comodo maglioncino da All Things Fabulous. Un’ottima occasione per visitare questa zona è il primo venerdì di ogni, quando food truck e musica dal vivo animano l’intera area.

Photo by Kodiak Greenwood

Huntington Beach

Huntington Beach
Andate a caccia di onde nella Città del Surf degli Stati Uniti

Per un’estate senza fine visitate Huntington Beach. La cultura balneare propria della California del sud trabocca dal profilo sinuoso di questa cittadina costiera, dove è possibile girare in bicicletta seguendo un percorso con vista sull’oceano, giocare a pallavolo e, naturalmente, fare surf.

Visitate l’International Surfing Museum e vi renderete conto del perché questa località della Orange County, con i suoi 16 chilometri di spiagge e le costanti mareggiate, abbia assunto il soprannome di “Città del Surf” degli Stati Uniti (non dimenticate di vedere la tavola da surf più grande del mondo in mostra).

Gli “inventori” del surf, George Freeth e Duke Kahanamoku, usavano uscire in mare con le loro tavole proprio qui nei primi anni ‘20, mentre il Campionato di surf degli Stati Uniti (ora trasformatosi nell’evento estivo “Vans U.S. Open of Surfing”) venne inaugurato in questa località verso la fine degli anni ’50 del Novecento.

Il surf sicuramente detta il ritmo di tutte le attività che si tengono ad Huntington Beach nel corso dell’anno e, anche se non siete mai saliti su una tavola, potete comunque fare shopping presso i principali rivenditori del settore e osservare i residenti cavalcare le onde attorno all’Huntington Beach Pier, un molo che è diventato un vero e proprio punto caratteristico del luogo.

Da questo pontile basta qualche minuto a piedi per raggiungere i negozi di surf e i ristoranti della Main Street, molti dei quali dispongono di tavolini o banconi bordo marciapiede sui quali è possibile sedersi per godere della fresca brezza marina nei pomeriggi soleggiati. Di recentissima costruzione, il centro commericale Pacific City situato vicino alla città, è il luogo perfetto dove scovare delizie artigianali uniche nel loro genere e negozietti alla moda, il tutto con vista sull’oceano.

Potete avere un assaggio dell’atmosfera che si respira nella “Città del Surf” soggiornando presso uno dei lussuosissimi resort sulla spiaggia di Huntington Beach, come l’Hyatt Regency Huntington Beach (conosciuto per la sua piscina-parco giochi, sempre piena di bambini), il Waterfront Beach Resort e il Paséa Hotel & Spa, inaugurato nel 2016. Fate un salto al Paséa’s Treehouse Bar per un aperitivo sulla terrazza all’ultimo piano quando cala il tramonto. In alternativa, scoprite il lato più naturalistico della città provando a fare un giro a cavallo all’interno dell’Huntington Central Park, esteso circa 144 ettari, oppure facendo una camminata e del “bird watching” nella Bolsa Chica Ecological Reserve, un territorio paludoso risanato e tramutato in uno degli habitat più vitali della costa sud della California.

La Jolla

La Jolla

La Jolla
Ognuno troverà ciò che cerca in questo gioiello dalle mille sfaccettature

Sebbene faccia parte, tecnicamente, dell’area di San Diego, la comunità di La Jolla si sente come parte di una località a sé: si possono benissimo trascorrere alcuni giorni in questo posto particolare, riuscendo a vivere a pieno l’atmosfera della California del sud. Questo anche grazie alla facilità con cui è possibile visitare il luogo a piedi, in mezzo ad alberghi, negozi e bar dall’anima sofisticata.

Per chi non lo sapesse, La Jolla (che si pronuncia la HOY-uh) occupa una posizione invidiabile nel litorale della contea di San Diego. Situata a circa 20 minuti a nord del centro città, La Jolla è culla di estese e bianchissime spiagge, con la possibilità di fare surf, snorkeling e accendere falò sul bagnasciuga alla luce dei quali ammirare il tramonto. È anche possibile far giocare i bambini nei vicini parchi giochi. Attrezzatevi per le vostre escursioni in acqua presso uno dei rivenditori di equipaggiamento locali come La Jolla Kayak e remate o restate a pelo dell’acqua ed osservate gli strabilianti fondali marini de La Jolla, dai coloratissimi pesci Garibaldi agli (innocui) squali leopardo. Per vedere altre creature acquatiche senza immergervi, visitate il Birch Aquarium, affiliato del rinomato Scripps Institution of Oceanography, oppure, stando aderenti alla protezione muraria della spiaggia nota come “The Children’s Pool” (“la piscina dei bambini), osservate gruppi di foche poltrire, guaire e badare ai propri piccoli. 

Le foche vivono proprio vicino al cuore di La Jolla, un conglomerato collinare di villaggi conosciuto come “The Cove and Bird Rock”. L’oceano è sempre visibile in mezzo ai negozi, i ristoranti e gli alberghi, come il La Valencia Hotel, una casa in stile mediterraneo dai muri rosa che, in passato, ha ospitato soldati impegnati nella seconda guerra mondiale in attesa di partire, ma anche star del cinema come Gregory Peck. Fate shopping nelle esclusive boutiques della Girard Avenue e su Prospect Street o cenate nell’ottimo George’s at the Cove, nel ristorante  WhisknLadle, dove ogni ingrediente e alimento viene direttamente dai campi dei contadini, nel colorato Puesto, un paradiso di tacos, oppure nel ristorante di pesce Nine-Ten. Ma non dimenticatevi della cultura! Per esempio, visitate le sale dedicate a La Jolla all’interno del Museum of Contemporary Art San Diego, la libreria Warwick’s (la più antica libreria a conduzione familiare del paese) o le gallerie d’arte locali come la Legends Gallery, dove si possono vedere i dipinti fuori dagli schemi del defunto autore Theodore Geisel, residente di lunga data a La Jolla conosciuto ai più come Dr. Seuss. (Una dritta: osservate attentamente le particolari specie di fiori e arbusti visibili a La Jolla per vedere da dove Seuss avrebbe preso l’ispirazione per le sue bizzarre creazioni arboree).

Alcune tappe fondamentali a La Jolla, tuttavia, vanno pure oltre la baia. Presso The Marine Room, sulla spiaggia, è possibile gustare incredibili brunch e cene proprio vicino al mare, in un punto dove le onde altissime si schiantano sui vetri delle finestre del ristorante mentre mangiate. Spostandovi a nord, potrete fare una partita a golf presso il Torrey Pines Golf Course (nel quale, nel 2021, si svolgerà l’ennesima edizione degli U.S. Open), accanto al sontuoso Lodge at Torrey Pines, oppure assistere ad un futuro successo di Broadway presso la La Jolla Playhouse (co-fondata da Gregory Peck nel 1947), dove hanno visto la luce musical come Jersey Boys e Come From Away.

Un’altra fantastica alternativa potrebbe essere, invece, fare una camminata lungo i percorsi della Torrey Pines State Nature Reserve, concludendo il tutto ammirando la vista dell’oceano da sotto l’ombra dei rari e aguzzi pini che costituiscono una specie molto comune di questo piccolo gioiello del Golden State.

Dave Lauridsen

Hotel del Coronado

Hotel del Coronado
Scoprite The Del e lasciatevi contagiare dal fascino del luogo

Scoprite The Del e lasciatevi contagiare dal fascino del luogo

Per un’avventura su un’isola vicino alla città, recatevi a Coronado Beach, spiaggia tranquilla in un ambiente rilassato, tanto amata dalle famiglie. Oltre alle meraviglie sabbiose, il fiore all’occhiello dell’isola è senza dubbio l’Hotel Del Coronado, eretto nel 1888 e costellato di torrette color ruggine, simili a quelle di un castello.  Visitate la hall di questo albergo oppure unitevi a un tour guidato organizzato dalla Coronado Historical Association; le guide volontarie svelano tutti i particolari dell’avvincente storia di The Del e fanno i nomi degli ospiti famosi  (compresa Marilyn Monroe, protagonista della commedia A qualcuno piace caldo del 1959, girata in parte anche in questo hotel). The Del serve un sontuoso brunch domenicale e il bar Babcock & Story è il luogo ideale dove sorseggiare una birra artigianale con vista sul Pacifico. Non lontano da The Del troverete il Loew Coronado Bay Bar Resort, situato su una penisoletta di circa 7 ettari e conosciuto sia per la possibilità di praticare sport acquatici che per essere la località perfetta per il migliore amico dell’uomo. La minuscola isola, a cui si accede grazie all’arco del Coronado Bridge, si esplora benissimo in bicicletta. Noleggiate una bicicletta da Holland’s Bicycles e pedalate davanti alle eleganti ville affacciate sull’oceano e ai giardini curati, oppure visitate Orange Avenue, con i suoi negozi, ristoranti, gallerie e teatri. Molti negozi e gallerie si trovano nei pressi del Ferry Landing e alcuni ristoranti come Candelas on the Bay e Peohe’s offrono magnifiche viste sullo skyline del centro attraverso la San Diego Bay.

Consiglio: sul Coronado Bridge il traffico può diventare pesante, soprattutto durante i fine settimana estivi. La compagnia Flagship Cruises garantisce i trasporti dal Ferry Landing al Seaport Village, al di là della baia. Sono inoltre disponibili taxi acquatici.